Statuto

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
DI PROMOZIONE SOCIALE POLITICO CULTURALE
“LIBERO PENSIERO”

Costituzione, Denominazione e Sede
Articolo 1
È costituita, ai sensi degli articoli 36 e seguenti del Codice Civile e della Legge 383/2000, l’Associazione di Promozione Sociale, Politico, Culturale, “Libero Pensiero” con sede in Lamezia Terme (CZ), Via Scaramuzzino n. 23.
Il trasferimento della sede sociale non comporta modifica statutaria.
L’attività è disciplinata dal presente Statuto al quale viene allegata la figura del logo che rappresenta l’Associazione medesima.

Scopo ed Oggetto sociale
Articolo 2
L’Associazione non ha finalità di lucro e si riconosce in alcuni valori fondamentali: la democrazia, libertà di espressione e di pensiero, la pace tra i popoli, la giustizia sociale, l’affermazione della cultura, della legalità, la difesa dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile.

Articolo 3
L’Associazione si propone di perseguire i seguenti scopi:
a) attività di formazione nel campo della cultura politica anche attraverso l’organizzazione di convegni, dibattiti, incontri e conferenze;
b) promozione ed organizzazione di incontri, dibattiti, convegni, conferenze, viaggi aventi per oggetto tematiche di natura culturale e storica con finalità educative;
c) realizzazione di un sito internet e di una pagina facebook per la presentazione dell’Associazione e per la diffusione dei suoi scopi e delle sue attività;
d) instaurare rapporti di collaborazione con istituzioni o altre associazioni per la realizzazione di obiettivi comuni;
Le attività dell’Associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettose dei diritti inviolabili della persona.

Patrimonio ed esercizi sociali
Articolo 4
Il patrimonio dell’Associazione è costituito:
a) dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’Associazione;
b) da eventuali donazioni, erogazioni e lasciti.

Articolo 5
Per l’adempimento dei suoi compiti, L’Associazione dispone delle seguenti entrate:
a) quote associative versate annualmente dagli associati;
b) contributi, finanziamenti e benefici economici provenienti da soggetti pubblici e privati;
c) proventi derivanti dall’organizzazione di manifestazioni, attività dell’Associazione in genere nonché da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale.
I fondi dell’Associazione non potranno essere investiti in forme che prevedano la corresponsione di un interesse.
Ogni mezzo che non sia in contrasto con il Regolamento interno e con le leggi dello Stato Italiano potrà essere utilizzato per appoggiare e sostenere i finanziamenti all’Associazione e arricchire il suo patrimonio.

Articolo 6
Il Consiglio Direttivo annualmente stabilisce la misura della quota associativa.

Articolo 7
In nessun caso può farsi luogo alla ripetizione di quanto versato a titolo di quota associativa.

Bilancio
Articolo 8
Il bilancio è predisposto dal Consiglio Direttivo e approvato dall’Assemblea generale ordinaria con voto palese tenendo conto di quanto previsto dall’art. 9 del presente Statuto in merito al diritto di voto.

Soci
Articolo 9
I soci dell’Associazione si dividono in:
a) Soci Fondatori;
b) Soci Ordinari;
c) Soci Onorari;
d) Soci Sostenitori.
Sono Soci Fondatori coloro che hanno partecipato in prima persona alla nascita dell’Associazione, che si riconoscono nelle finalità dell’Associazione e sottoscrivono apposito documento attestante la qualità di socio fondatore che si allega al presente Statuto.
Sono Soci Ordinari le persone fisiche e giuridiche che, riconoscendosi nelle finalità dell’Associazione, operano attivamente nel raggiungimento degli scopi sociali.
Sono Soci Onorari le persone fisiche inviate dall’Assemblea dei Soci a far parte dell’Associazione per particolari meriti professionali o artistici.
Sono Soci Sostenitori persone, Enti, Istituti, Società, Associazioni tecniche ed artistiche che, in sintonia con le finalità di cui all’art. 3, abbiano giovato all’Associazione corrispondendo relativa quota associativa o con la propria attività o con donazioni.
Le persone giuridiche partecipano tramite il loro legale rappresentante o un delegato.
L’Associazione si compone di un numero illimitato di associati.
Le persone fisiche e giuridiche ammesse come soci ordinari e/o onorari non hanno diritto di voto per il primo anno di appartenenza all’Associazione.
I Soci Sostenitori non hanno diritto di voto.
L’Associazione riconosce pari opportunità a tutti i Soci senza distinzione di sesso, razza, religione e nazionalità.
L’organo competente a deliberare sulle domande di adesione degli aspiranti Soci è il Consiglio Direttivo.
L’ammissione all’Associazione è deliberata dal Consiglio Direttivo.
All’atto dell’ammissione il Socio si impegna al versamento della quota di autofinanziamento annuale nella misura fissata dal Consiglio Direttivo ed approvata in sede di bilancio dall’Assemblea ordinaria, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati.
Non è ammessa la figura del Socio temporaneo.
La quota associativa è intrasmissibile.

Articolo 10
Possono presentare domanda di adesione all’associazione tutte le persone fisiche e le persone giuridiche che si riconoscono nelle finalità dell’Associazione medesima.
Le domande di nuove adesioni debbono essere presentate, unitamente al certificato dei carichi pendenti e del casellario giudiziale, presso la sede sociale dell’Associazione entro e non oltre il 31 marzo di ogni anno.
La delibera sulle domande di ammissione degli aspiranti soci, verrà emessa dal Consiglio Direttivo entro il 15 aprile di ogni anno e tenendo conto sia del certificato allegato alla domanda che della personalità ed etica dell’aspirante socio.

Articolo 11
Rientra nei doveri di ciascun Socio:
a) rispettare le disposizioni del presente Statuto;
b) versare la quota associativa annuale stabilita dal Consiglio Direttivo.

Articolo 12
La qualità di Socio si perde per:
a) recesso;
b) mancato versamento della quota associativa;
c) espulsione su deliberazione del Consiglio Direttivo qualora il comportamento del Socio risulti incompatibile con le finalità ed i principi sanciti dal presente Statuto.
Il recesso è consentito a qualsiasi Socio ed in qualsiasi momento. La perdita della qualità di Socio non dà diritto alla restituzione delle quote versate negli anni, nè al rimborso dei contributi versati, né all’esonero di quote e contributi dovuti per l’anno in corso.

Organizzazione dell’Associazione
Articolo 13
Sono organi dell’Associazione:
a) l’Assemblea dei Soci;
b) il Consiglio Direttivo;
c) il Presidente;
d) il Vicepresidente;
e) il Segretario;
f) il Tesoriere – responsabile del bilancio.

Articolo 14
Tutte le cariche associative sono onorifiche, pertanto non ne conseguono compensi salvo i rimborsi dei preventivi di spesa, prontamente comunicati dal socio incaricato al Consiglio Direttivo e da quest’ultimo approvati, che dovranno sostenersi per ragioni dell’attività svolta.

Articolo 15
L’attività dell’Associazione ed il regolare funzionamento delle strutture dovranno essere garantiti dalle prestazioni volontarie e gratuite fornite dagli associati.

L’Assemblea dei Soci
Articolo 16
L’Assemblea, costituita da tutti i Soci, è convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta l’anno. Essa è inoltre convocata ogni volta che il Consiglio Direttivo, a maggioranza, lo ritenga opportuno o almeno un terzo dei Soci ne faccia richiesta motivata. La convocazione deve avvenire mediante lettera semplice o mail o sms da inviare almeno una settimana prima dell’Assemblea a tutti i Soci.

Articolo 17
L’assemblea, presieduta dal Presidente o in sua assenza dal Vicepresidente e in assenza dal Consigliere anziano per età, è costituita e delibera con la maggioranza assoluta dei presenti. Ogni Socio ha diritto ad un solo voto. Di ogni adunanza dell’Assemblea il Segretario redigerà, su apposito registro, il verbale, che sarà controfirmato dal Presidente.

Articolo 18
È competenza dell’Assemblea deliberare sui seguenti argomenti:
a) approvazione del bilancio;
b) elezione del Consiglio Direttivo;
c) fissazione delle direttive generali per l’attività dell’Associazione;
d) qualsiasi argomento che il Presidente o il Consiglio Direttivo ritengano opportuno sottoporre.

Articolo 19
L’Assemblea delibera con maggioranza dei 2/3 dei Soci sui seguenti argomenti:
a) modifica dello Statuto;
b) scioglimento;
Si richiamano in ogni caso le norme in materia previste dal codice civile.

Il Consiglio Direttivo
Articolo 20
Il Consiglio Direttivo, composto da cinque membri di cui almeno due, obbligatoriamente, soci fondatori, è eletto dall’Assemblea dei Soci. I membri durano in carica due anni e sono rieleggibili. La votazione avviene a scrutinio palese; ogni Socio ha diritto ad un voto.

Articolo 21
Il Consiglio direttivo neoeletto, entro 15 giorni dalla data dell’Assemblea, si riunisce per l’elezione del Presidente che sarà comunicata ai Soci.

Articolo 22
Il Consiglio Direttivo è da considerarsi decaduto quando il numero dei suoi membri in carica sia inferiore alla metà cosicché il Presidente convocherà, entro un mese, l’assemblea dei Soci per una nuova elezione.

Articolo 23
Il Consiglio Direttivo si riunisce tutte le volte in cui il Presidente lo ritenga necessario o ne sia fatta richiesta motivata da almeno un terzo dei membri in carica. La convocazione deve essere effettuata mediante lettera semplice o mail o sms da inviare almeno cinque giorni prima della data prevista per la riunione. Il Consiglio, presieduto dal Presidente o in sua assenza dal Vicepresidente e in assenza dal Consigliere anziano per età delibera con la maggioranza assoluta dei presenti.

Articolo 24
È compito del Consiglio:
a) attuare le deliberazioni dell’Assemblea;
b) gestire il patrimonio dell’Associazione e provvedere al perseguimento delle finalità associative;
c) procedere alla nomina del Presidente;
d) sottoporre all’approvazione dell’Assemblea il bilancio;
e) fissare la misura della quota associativa.
f) delibera su preventivi di spesa presentati dal socio a cui viene data una carica onorifica specifica.

Articolo 25
Il Consiglio Direttivo nomina altresì un Segretario che svolga la funzione di verbalizzazione dell’Assemblea, del Consiglio Direttivo e coadiuva il Presidente e il Consiglio Direttivo nell’esplicazione dell’attività esecutive che si rendano necessarie o opportune per il funzionamento dell’amministrazione dell’associazione; nomina altresì un Tesoriere che cura la gestione della cassa dell’Associazione, ne tiene la contabilità predispone il bilancio.

Il Presidente
Articolo 26
Ha la firma sociale e la rappresentanza legale dell’Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio. Presiede le adunanze dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, ne ordina la convocazione e cura l’esecuzione delle relative delibere. Qualora non sia disponibile o sia impossibilitato a svolgere le proprie funzioni sarà sostituito dal Vicepresidente e in mancanza dal Consigliere più anziano per età.

Delegazioni
Articolo 27
In ogni città, dove risiedono almeno cinque Soci, è possibile costituire una Delegazione dell’Associazione retta da un Fiduciario nominato dal Direttivo.

Scioglimento
Articolo 28
La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato.
Lo scioglimento dell’Associazione potrà essere deliberato dall’Assemblea con maggioranza dei due terzi dei Soci come previsto dall’art. 19 lettera b) del presente Statuto.

Articolo 29
In caso di scioglimento, per qualsiasi causa esso avvenga, il patrimonio residuo dopo la chiusura della fase di liquidazione dovrà essere devoluto, con delibera dell’Assemblea che decide lo scioglimento, a favor di altre associazioni senza scopo di lucro e con finalità analoghe.

Modifiche statutarie
Articolo 30
Questo statuto è modificabile con la presenza dei due terzi dei Soci dell’Associazione e con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni modifica o aggiunta non potrà essere in contrasto con gli scopi sociali, con il regolamento interno e con la Legge italiana.

Clausola compromissoria
Articolo 31
Qualunque controversia sorgesse in dipendenza dell’esecuzione o interpretazione del presente Statuto sarà rimessa al giudizio di un arbitro che giudicherà secondo equità e senza formalità di procedura, dando luogo ad arbitrato irrituale. L’arbitro sarà scelto di comune accordo tra le parti contendenti.

Articolo 32
Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto si deve far riferimento alle norme in materia di Associazioni contenute agli artt. 36 e ss. del codice civile e delle altre leggi vigenti.

Lamezia Terme